www.dolcepiemonte.com

lunedì 2 aprile 2007

UN'ALTRA OCCASIONE PERSA SABATO SERA

Nella trasmissione GAIA si è parlate di rifiuti ma senza nessun accenno ai nuovi materiali biodegradabili .
Ancora una volta non si è parlato delle bioplastiche.

E' stato giustamente evidenziato il problema delle discariche e la via del compostaggio, ma nei rifiuti compostabili sono stati inseriti solo il legno e gli scarti vegetali.

Alla fine la proposta più 'innovativa' è stata quella di tornare indietro di cinquant'anni quando non si confezionava nulla e non esistevano problemi di smaltimento. Ma davvero si crede che questa sia LA SOLUZIONE ?

Di questo passo ci consiglieranno di acquistare un cavallo e un carretto per eliminare il problema delle polveri sottili!


Ho aspettato con pazienza fino a fine trasmissione che parlassero di bioplastiche, ma niente da fare. Come spesso accade si è semplicemente ignorato l'argomento. Perché si sente parlare di questi materiali solo quando i produttori sponsorizzano le trasmissioni?
Non dovrebbe essere un argomento di interesse pubblico, quindi separato dal messaggio pubblicitario?
Certo qualche dubbio di interessi "divergenti" mi viene. Sicuramente per chi investe nel riciclo, o per le nuove istituzioni che sono state create appositamente, le plastiche biodegradabili possono essere viste come uno scomodo concorrente.
Non è cosi sono due soluzioni complementari e devono camminare insieme.

Interessante l'appello finale del conduttore all'informazione e ai metodi di consumo consapevoli, avrebbero potuto iniziare loro parlando delle bioplastiche.

1 commento:

FABRIZIO ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.